Nelle sue diverse varianti, il gioco poker viene giocato con un mazzo di 52 carte, nel quale non è presente nessun Jolly, divise in quattro ‘semi’: Cuori/Hearts, C/H – Quadri/Diamonds, Q/D – Fiori/ Clubs, F/C – Picche/Spades, P/S.

Ciascun seme comprende 13 carte che vanno dall’Asso fino al 10, a cui fa seguito il Fante (Jack), Donna o Regina (Queen), Re (King).

Il valore di ciascuna carta, invece, segue l’ordine opposto: la carta di maggior valore è l’Asso, seguito nella scala valori dal Re (K), dalla Donna (Q), il Jack (J) il 10 e a seguire fino al 2.
Nella composizione delle diverse combinazioni di gioco, l’Asso può assumere anche il valore più basso, cioè 1, nella composizione chiamata Scala che va dall’Asso al 5.

Combinazioni poker finali

Nel Texas Hold Em la combinazione finale di ogni giocatore rimasto in gioco è sempre composta da 5 carte: le prime 2 carte sono quelle servite a tutti all’inizio della mano, alle quali si aggiungono altre 3 carte che vanno scelte dal giocatore stesso tra le 5 carte comuni che sono state scoperte al centro del tavolo (board). Ovviamente, tra le 5 carte comuni il giocatore sceglierà  le tre che gli consentono di realizzare la combinazione più alta.

Il ‘Punto’, cioè la forza di ciascuna combinazione, dipende dalla probabilità che essa si realizzi: più raro è il punto, più forte è il suo valore.

 

Di seguito sono indicate tutte le combinazioni poker in ordine crescente:

 

  • CARTA PIU’ ALTA – (No pair)

Questa combinazione si realizzata quando nessun giocatore del tavolo riesce a centrare una combinazione. Vince il giocatore che ha la carta di maggior valore. L’Asso vale 1.

  • COPPIA – (One pair)

Per realizzare questa combinazione bisogna avere in mano una qualsiasi coppia ci carte di pari valore. Qualora in una mano dovessero esserci due coppie uguali, vince il giocatore che ha la carta di maggior valore tra le altre 3 carte rimanenti.
Esempio: 10c, 10s

  • DOPPIA COPPIA – (Two pair)

Per realizzare la doppia coppia è necessario avere una qualsiasi coppia di carte di pari valore, affiancata da un’altra coppia di carte uguali ma di valore diverso dal primo. In caso di mano con due doppie coppie, vince quella che presenta la quinta carta di valore maggiore.
Esempio: JC, JH, QS, QD

  • TRIS – (Three of a kind)

Per realizzare un Tris occorrono tre carte dello stesso valore.
Esempio: KH, KD, KC

  • SCALA – (Straight)

E’ la combinazione poker composta da 5 carte in sequenza. In presenza di due o più Scale nel corso della stessa mano, vince quella che presenta la carta maggiore più alta. L’Asso può essere considerato sia come carta più alta sia come carta più bassa di una Scala, ma non entrambe nella stessa mano. In questa combinazione il seme è irrilevante.
Esempio: 8, 9, 10, J, Q

  • COLORE – (Flush)

Si realizza con cinque carte dello stesso seme, ma non in scala. In caso di più combinazioni Colore nel corso della stessa mano, vince quello la cui carta maggiore è più alta.
Esempio: AS, 5S, 7S, 9S, JS

  • FULL – (Full house)

Per realizzare un Full c’è bisogno di 3 carte con lo stesso valore e di altre due carte di ugual valore tra loro. In presenza di più Full durante una mano, vince il Full le cui tre carte uguali sono di maggiore valore.
Esempio: QC, QS, KD, KS, KC

  • POKER – (Four of a kind)

E’ la combinazione che si realizza con 4 carte con lo stesso valore, la quinta è irrilevante.
Esempio: J di Cuori , J di Quadri, J di Fiori, J di Picche (JH, JD, JC, JS)

  • SCALA DI COLORE – (Straight Flush)

La Scala Colore è una delle combinazioni più difficili da realizzare: necessita di 5 carte dello stesso seme e in scala, ma non fino all’Asso.
Esempio: 7 di Quadri, 8D, 9D, 10D, JD

  • SCALA REALE – (Royal Flush)

E’ in assoluto la combinazione poker più rara, di maggiore difficoltà e di maggior valore. Per realizzare una Scala Reale c’è bisogno di 5 carte dal 10 all’Asso, tutte dello stesso seme.
Esempio: 10 di Picche, JS, QS, KS, AS